Artiterapie: creatività e relazione d’aiuto

18 Ottobre 2012
Perugia

Università per Stranieri
Dipartimento di Culture Comparate
Piazza Fortebraccio, 4 – Perugia

Il convegno vuole offrire un’occasione di incontro e confronto sui temi dell’arteterapia e della creatività.  Porre l’accento sulla mediazione artistica e sulla creatività nella relazione d’aiuto significa focalizzare l’attenzione sulla relazione. Uno spazio di cura è tale se creato, nutrito e sostenuto all’interno di uno spazio relazionale dove il mediatore artistico ne diventa il modulatore. In questa giornata, nella splendida cornice di una istituzione di grande livello culturale e internazionale quale l’Università per stranieri di Perugia, esperti provenienti da diversi ambiti, si confronteranno sullo stato  dell’”arte” della ricerca, le metodologie e le applicazioni artiterapeutiche delle varie forme della relazione d’aiuto.

All’estero sono valorizzate, sempre più utilizzate, come dimostrano le centinaia di pubblicazioni, ormai provenienti dalla Scandinavia, dal Canada come dalla Corea. Le arti terapia sono richieste, per i risultati incoraggianti, per la novità di stimoli che introducono in setting difficili non solo per gli utenti, ma anche per gli operatori della relazione d’aiuto. Le richieste di intervento provengono dagli ambiti più disparati: dalle cure palliative all’ambito psichiatrico, alla mediazione culturale, al carcere. In Francia il responsabile delle attività di riabilitazione nelle cliniche per l’Alzheimer è l’arteterapista, in America si aprono atelier d’arte per diverse tipologie di disturbi. Arte, musica, video, teatro, foto: diventano mediatori preziosi per motivare, restituire senso e dignità alle persone. Gli studi di neuroscienze confermano, evidenziano ogni giorno di più i processi neurobiologici che si attivano con le esperienze artiterapeutiche; i clinici riscontrano i benefici in termini di benessere e qualità di vita degli utenti e degli operatori.
In Italia, vuoi per pregiudizi, o per timore paura di essere “poco seri” se non troppo “artistoidi” e poco scientifici, le esperienze e la ricerca in artiterapia non sono ancora abbastanza conosciute e valorizzate, spesso oscurate nei congressi da lavori con metodologie tradizionali più consolidate,che fanno muovere gli operatori in territori più sicuri, ma che proprio per questo non permettono il “rischio” del piacere e della scoperta.
Nasce così un convegno, ospitato in un luogo di cultura antica ed internazionale, (l’università per stranieri di Perugia, frequentata da studenti di tutto il mondo dal 1927) in cui professionisti della relazione d’aiuto a mediazione artistica e docenti universitari, si confrontano sugli aspetti “cuore”di questa affascinante terapia.
Le tematiche proposte, il dibattito che ne scaturirà con il pubblico, vogliono essere spunto di riflessione e approfondimento e perché no,di stimolo per la creatività, per chi è in formazione od opera nel campo artistico, pedagogico, della cura e riabilitazione.

Programma

Ore 9.30 Registrazione dei partecipanti

Ore 10.00 Saluto delle autorità

Prof. Stefania Giannini, Magnifico Rettore Università per Stranieri di Perugia

Ore 10.15 Presentazione della giornata

Prof. Norberto Cacciaglia, Direttore dipartimento di Culture Comparate

Ore 10.45

Chairman: Dott. Oliviero Rossi

Prof. Emilio Gattico, Il mondo dell’arte: genesi delle emozioni

Ore 11.15

Prof. Stefano Federici, Arte tra mente e corpo: un processo estetico e di cura

Ore 11.45

Pausa

Ore 12.00

Prof. Stefano Ferrari, Alcune note su psicologia, arte e arteterapia

Ore 12.30

Dott. Aldo Stella, Struttura concettuale della relazione e suo intrinseco valore terapeutico

Ore 13.00

Condivisione con i partecipanti

Ore 13.15

Pausa Pranzo

Chairman: Dott.ssa Anna Maria Acocella

Ore 14.30

Dott. Alexander Lommatzsch, L’indifferenza creativa e la relazione d’aiuto

Ore 15.00

Dott.ssa Anna Maria Acocella, L’incontro creativo: la relazione come cura

Ore 15.30

Dott. Oliviero Rossi, Creatività e video terapia

Ore 16.00

Pausa

Ore16.15.

Dott.ssa Silvia Ragni, Musica come mediatore  della relazione

Ore16.45

Condivisione con i partecipanti

Ore 17.00.

Prof. Stefano Ragni, Suggestioni musicali al pianoforte

Ore 17.30 Chiusura dei lavori

 

Ingresso gratuito
E’ gradita la prenotazione per e-mail
Info: Rivista Nuove ArtiTerapie tel. 06 3725626 [email protected]

Redazione NuoveArtiTerapie
[email protected]