Le nuove Amazzoni

AmaDi Marika Massara

Per una donna potersi riappropriare del suo corpo mutilato dalla mastectomia credo sia una cosa importantissima ed ogni strada in direzione di questo obiettivo mi sembra apprezzabile. E’ così che sono venuta a conoscenza di un’interessante iniziativa della fotografa/pubblicitaria Uta Melle; cercando su internet ho trovato alcune foto del lavoro che ha fatto su di se’ e poi proposto ad altre donne nella sua stessa condizione. Le nuove amazzoni.

Uta Melle e’ una pubblicitaria che si è scoperta malata di cancro al seno ed ha poi pubblicato su facebook tutto il reportage fotografico della sua malattia. Ha poi coinvolto altre donne e pubblicato un libro di foto “Amazonen” in cui i corpi mutilati vengono esposti con gioia e trionfo. Il trionfo della vita che ricomincia e delle cicatrici che segnano un nuovo inizio. Colpiscono i volti di queste donne, i loro sorrisi, la loro energia e pienezza.

Un vero incoraggiamento per altre donne che hanno subito la mastectomia. La malattia si può sconfiggere ed anche un corpo mutilato può esplodere di femminilità e di vita. Il potere terapeutico della fotografia mi sembra sia evidente nei messaggi che comunica e nelle nuove possibilità che lascia scoprire a chi le guarda.

“Die Schoenheit ist das Weiterleben”, dice Uta Melle: “La bellezza è la vita che prosegue”.

 

[sz-vimeo url=”http://vimeo.com/23453972″ /]

 

Redazione NuoveArtiTerapie
Redazione NuoveArtiTerapie
[email protected]